Sangue Bianco

CD Lilium/Venus 2010

 

sasha

gianCarlo onorato

sasha si libera/e i filamenti/come anemoni/fluttuano giù/dalle sue gonadi/si origina il mondo/e il tempo si liquefa/nella beltà/come sarà/l’ingresso candido/il getto libero/d’inchiostro tenue/dove sarà/il pianeta fertile/campo di neve/da sporcare di sé/sasha si liquida/e stelle filanti/bianchi demoni/fioccano giù/dalle sue gonadi/si modula il tempo/e tutto si annebula/nella realtà/come sarà/l’ingresso candido/la porta soffice/dell’ineffabile/dove sarà/il regno fragile/campo di neve/da sporcare di sé

 

il carnevale dei morti*

anna lamberti bocconi / gianCarlo onorato

al carnevale dei morti/la frusta sulle spalle con le mascelle schioccanti/si va avanti si va avanti al carnevale dei morti/la bocca piena di schiuma/si urla a chi vuole sentire/il tempo sta per finire il tempo sta per finire/il carnevale dei morti/io l’ho voluto guardare/m’hanno travolto schianto d’ossa/e frastuono di fanfare/mi hanno coperto le guance/con fogli di giornale/le fluttuazioni d’idee/per portarmi a dialogare/notizie dal carnevale/notizie dalla città/che danza sotto le scale/si guarda invecchiare/si guarda invecchiare/all’eco di spari e botti/di mille fucilazioni/nelle magnifiche sorti del carnevale/il carnevale dei morti

*libero adattamento della poesia “il carnevale dei morti” di anna lamberti-bocconi

 

else lied**

gianCarlo onorato

le nostre labbra stillano miele/e sbocciano le notti, splendenti notti/al sacro lume del tuo corpo/il mio cuore accende tutti i suoi cieli/io ti ho scelta tra tutte le stelle/sangue della mia vigna/ti cola tra i capelli piccola morte/se ne vengono tutti i fiori/noi due al centro/ci sentite?/io ti ho scelta tra tutte le stelle

**libero adattamento da liriche di else lasker-schüler (1869-1945)

 

l’illusione di salvezza

gianCarlo onorato

l’uomo guarda la ragazza/bocca ingenua di chi/nel santuario del dolore/urla la sua santità/forse questo non ti basta/però è questo ciò che avrai e commuove la bellezza/più del tempo che va via/I’m your baby/I’m your dream/era giorno e andammo a letto/nella luce madornale/che scolpisce le sue spalle/e il suo sangue che va via/così lei richiude gli occhi/gelatine di terrore/per sentire le stagioni/e quel passo che va via/I’m your baby/I’m your dream

 

il tuo venire

gianCarlo onorato / mario congiu

passo e ripasso/la lingua gentile/sulla ferita/immaginandola colma/di bellezza traboccata/fonte segreta/bocca di un nulla dimenticato/dentro di te/io, nel tuo fondale/l’invasore  desiderato/ io, il violatore/che abita l’invisibile/per benedire il mistero/soave ed osceno/dentro di te/tutto questo respiro che occorre caricare e scaricare/fardello di memoria che ci vuole reinventare/un vomitato di stelle feroci e dolcissime e amare/ondata superiore che ci viene a cancellare/poi il boato interiore/ma intorno un gran silenzio/notte di luce e sangue bianco, sfinimento/dentro di te/quale parte di me ha preso un volo nuovo, per planare/nell’altare sommerso del tuo venire/da cui farsi generare, liquefare, imbrattare/e che dona il sonno buono/in tutta la sua estensione

 

io ti battezzo***

paola de benedictis / gianCarlo onorato

io ti battezzo/nel nome del tuo siero/del graffio sulla schiena/del tuo buco santo/ti prego, ti prego torna ancora/ritorna/ti prego torna a messa/come l’arcangelo/come l’arcangelo ti parlo/ascolta/inclina alla mia volta/la nostra Makoraba/dove, puoi ricordare?/puoi ricordare?/di due facemmo uno

***libero adattamento di una poesia di paola de benedictis

 

elegìe del sangue

gianCarlo onorato

Laura Carè solista

 

un ragazzo speciale

gianCarlo onorato

si alza silenziosa verso sera/nessuno che raccolga/la sua fragile bellezza/la luna le accarezza le ginocchia/le cambia sesso e rende luminosa anche lei/e mentre cade giù/e danza nell’eternità/per lei, per noi/il male siamo noi/guardate adesso che c’è ancora il tempo/di dire quanto è densa la sua ultima bellezza/e come il sonno infine ha trasformato/le carni che volevano essere altro/e su di lei/il male non c’è più/il male non esiste più/perché per noi/il male siamo noi

 

il nostro fiero canto

gianCarlo onorato

cadi sul letto/ed è già sera/il sole muore solo per noi/la musica santa/del tuo incarnato/bagna le cose solo per noi/tu con me per sempre, tu con me/tu con me per sempre, tu con me per sempre/l’ombra perduta/dei nostri corpi/scuote lo spazio accanto a noi/nel breve viaggio/tra te e la mia vita/consuma l’ultima luce per noi/tu con me per sempre, tu con me/tu con me per sempre, tu con me per sempre/che cosa è questa/potente tristezza/che goccia a goccia cola da noi/le nostre gambe/di sangue di cedro/sono padri profeti e madri di re/tu con me per sempre, tu con me/tu con me per sempre, tu con me per sempre

 

reginebambine

gianCarlo onorato

venite madri acerbe/a fecondarmi la luce /io sono un vanesio/il suonatore vampiro/io l’incomprensibile/che comprende e non sa dire/io il ramadan/il malato guaritore/venite regine/bambine punite/pudiche, inchinate/ad un servitore/ciascuna una goccia/e l’acqua che voi emettete/ci ridarà il mondo/col vostro stupore/seduto sul mio amplificatore di nulla/per tutta la celeste benedizione di senso/il cosmo ha più stelle/di quanti siano i granelli/di sabbia su tutte le spiagge del pianeta/venite regine/meduse bambine/pudiche, chinate ad un servitore/ciascuna una goccia/e l’acqua che voi emettete/ci ridarà il mondo e il vostro stupore/la carne d’amore/col mio sangue bianco/sentite il contatto, il vuoto colmato/la mia muta voce/del cosmo che dice:/venite

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: