con beatrice antolini

domani sera dividerò un palco di colloquio con beatrice antolini.
non ci conosciamo, probabilmente in comune abbiamo l’ossessione del suono come condizione di fondo del pensare. se potessimo osservare come su uno schermo il flusso del nostro pensare, noteremmo che non ci sono buchi, nessuna assenza di pensiero, il pensare sotto svariate forme non ha sosta. beh, probabile che il comune denominatore tra me e lei sia la costante di un pensare musicale. chi pensa di musica non conosce la vera natura del suo pensare.

questo non sapere è la natura essenziale del pensare di musica, quell’incessante lavorio, che spinge ad esperire, assaggiare, rimestare, spostare, smontare e sovrapporre. il delirio di poter offrire una visione utile del mondo circostante che possa dalle nostre elucubrazioni venire rappresentata. naturalmente non è possibile. il personaggio di un mio racconto pensava all’estensione di un campo di mais, al fatto che se anche gli fosse stato mai possibile attuare una conta di tutti i fusti presenti, ne sarebbero nel frattempo comparsi di nuovi mentre molti altri sarebbero già morti.

questo mescolare le visioni in un travaglio incessante e presumibilmente per buona parte inutile, credo sia il dato che di fondo accomuni la mia testa a quella di beatrice.
lei esporrà la sua riflessione su “l’essere in musica”. parleremo ad esempio dell’isolamento come tentativo elettivo per convogliare e individuare le idee, come fanno gli astrofisici, che necessitano di una condizione di buio distribuita per chilometri attorno perché il loro osservare possa avere senso. nessun astrofisico si sogna di poter rappresentare l’intero. o meglio, lo sogna, ma sa di non poterlo fare.
io la ascolterò e le farò le domande che mi verrano naturali. poi lei farà la cosa più giusta, suonerà qualcosa di ciò di cui si è parlato.
chi volesse esserci, tenga a mente che sarà una festa senza altri protagonisti, se non i pensieri, compresi quelli di chi ascolta.

Idee di suono
lezione 2
27 Marzo 2010 ore 21
Sala Consigliare 11 Aprile 1848
Via Castello 19,
Castelnuovo del Garda (Verona)

beatrice antolini introdotta da gianCarlo onorato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: